Roma. Sciopero alla SIPRO.

womens-special-police-squadron-of-Chengdu-Public-Security-Bureau-police-detachment-this-vigilantesA causa del comportamento equivoco del management aziendale, i dipendenti  della SIPRO decidono di aprire il fronte della lotta.

Si tratta di  centinaia di lavoratori che non vedono chiaro nella genesi della crisi e nel futuro dell’azienda.

La Sipro continua a tacere o mentire, spalleggiata dai soliti “rappresentanti” non si sa bene di chi. Vogliamo risposte, vogliamo futuro. VOLANTINO

POMEZIA (Roma). Refezione scolastica in sciopero.

Si terrà il 6 febbraio prossimo lo sciopero delle mense scolastiche. La protesta nasce dall’irrisolta questione delle sospensioni dal servizio durante le vacanze natalizie e pasquali. In questo modo la Cooperativa Solidarietà e Lavoro riduce i giorni di presenza annuali con conseguente contrazione di tutti gli istituti contrattuali e legali. IL VOLANTINO      

La CIG in deroga, come una lotteria.

Una lotteria la cassa integrazione in deroga per il 2017. I fondi residuali stanziati  dal Ministero sono stati risucchiati in poche ore. . Tra i “fortunati” il Consorzio Technoparma per i lavoratori della mensa GORDEN Spa di Latina.  IL VERBALE DI ACCORDO

Ora, per le crisi aziendali escluse dalla cassa integrazione straordinaria resta solo il ricorso al  F.I.S. dell’Inps

Buon Natale

flaicaBuon Natale, alle famiglie dei dipendenti Comp Tech di Latina, che non riceveranno la lettera di licenziamento già preparata dall’azienda  dopo l’accordo alla Regione Lazio sottoscritto col sindacato confederale.

Un sindacato  non è tale se rinuncia alla sua funzione e  tratta solo sugli incentivi. Così riconosce nei tagli  un male necessario. Continua a leggere

Comp Tech Europe. L’accordo non vale.

CUB Inaspettato  cambio di posizione da parte della Femca-Cisl al tavolo Regionale di gestione della procedura aperta dalla Comp Tech Europe di Latina, azienda leader nelle forniture di arredi per treni.

A sorpresa, dopo aver rinviato di comune accordo l’incontro del 15 novembre al fine di trovare soluzioni alternative ai licenziamenti, il 24 novembre la Femca ha ceduto senza condizioni alle richieste dell’azienda dividendo il fronte sindacale.   I VERBALI

A ben pensarci, qualche ragione ci può essere: la solita, ma questa volta non basta. La maggioranza dei lavoratori aderisce alla Flaica e l’accordo non vale. 

ACQUALATINA. Sconfitta la losca politica.

ACQUALATINA

Con la sentenza n. 1573 del 6/12/2016,  emessa dal Giudice del Lavoro, dott.ssa Sara Foderaro, il Tribunale di Latina ha condannato Acqualatina Spa a reintegrare nell’incarico  di responsabile gare di appalto il dott. Fabio Porcaro,  che, nel lontano 2010,  era stato dapprima rimosso e poi addirittura licenziato, perché di fatto ostacolava le ragioni della politica nella gestione dell’azienda pubblica.

Il dott. Porcaro, educato alla cultura della legalità dal ceppo familiare dei combattenti Veneti trapiantati a Latina, era un Funzionario scomodo, non ammetteva deroghe, non cedeva alle pressioni, non stravolgeva le regole del diritto,  ma le applicava in modo rigido ed imparziale  nella gestione del  sistema concorrente.

L’emarginazione ed  il licenziamento del dott. Porcaro fu una vendetta della politica losca,  quella dei voti per gli affari e viceversa, che occupa le Istituzioni e penalizza i  cittadini.

Una vicenda simbolo, che per il suo esito rinnova la fiducia  nella giustizia, che a volte genera sofferenza per la sua esagerata lentezza, ma infine ripaga con la grandezza del suo valore.

Al  dott. Fabio Porcaro, che è stato  difeso dall’avv.ssa Paola Catani,  la nostra ammirazione e l’augurio di buon lavoro.    IL DISPOSITIVO DELLA SENTENZA

Festività. Io non lavoro

RIPOSO-SETTIMANALELo dice la Corte di Cassazione con la Sentenza 19 ottobre 2016, n. 21209.

Lavoro – Festività – Rifiuto di lavoro in un giorno festivo – Trattenuta sulla retribuzione – Non sussiste – Diritto di astenersi dall’attività lavorativa.

Svolgimento del processo

Il Tribunale di Bergamo con sentenza n. 613/09 accoglieva la domanda proposta da un gruppo di dipendenti della D. spa di condanna della società datrice di lavoro a Continua a leggere

Bracciano Ambiente. Firmato il contratto di prossimità.

bracciano-ambienteNon c’era alternativa per evitare l’estrema unzione ad un’azienda pubblica massacrata da anni di  politica autoritaria e dissennata, fatta di sprechi e privilegi di una casta politica già punita dai cittadini e  prossimi alla resa dei conti con la giustizia penale ed amministrativa.

La condizione posta dal Tribunale di Civitavecchia per evitare il fallimento ed i licenziamenti era unica: riportare l’orologio all’indietro e ripartire dai minimi. L’abbiamo fatto, coscienti che l’interesse  generale sia più tutelato da una gestione pubblica efficiente dei servizi piuttosto che da quella speculatrice dei privati.   IL CONTRATTO