Lavoratori extra comunitari. Decreto sui flussi per il 2011

0
112

Governo: pubblicato il DPCM sui flussi per lavoratori extra comunitari non stagionali

 

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 305 del 31 dicembre 2010, il DPCM 30.11.2010 relativo alla “Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso del lavoratori non stagionali la cui piena operatività parte dal prossimo 31 gennaio 2011.
Le domande vanno presentate dai datori di lavoro on-line, accedendo, via internet, al sito del Ministero dell’Interno (www.interno.it). Di particolare importanza, come nel 2008, sarà l’ora di arrivo delle istanze, ai fini dell’esaurimento del contingente assegnato.
 

Il primo click–day è fissato alle ore 8 del 31 gennaio 2011 e riguarda 52.080 quote destinate a Paesi con i quali l’Italia ha sottoscritto (o sta per sottoscrivere) accordi. Le quote sono così ripartite:


a) 4500 albanesi;
b) 2400 bengalesi (Bangladesh);
c) 8000 egiziani;
d) 4000 filippini;
e) 2000 ghanesi;
f) 4500 marocchini;
g) 5200 moldavi;
h) 1500 nigeriani;
i) 1000 pakistani;
j) 2000 senegalesi;
k) 80 somali;
l) 3500 srilankesi;
m) 4000 tunisini;
n) 1800 indiani
o) 1800 peruviani;
p) 1800 ucraini;
q) 1000 nigeroti (cittadini del Niger);
r) 1000 gambiani (cittadini del Gambia)
s) 1000 per cittadini di altri Paesi non UE che concludano accordi con l’Italia finalizzati alla regolamentazione dei flussi d’ingresso e delle procedure di riammissione.


Il secondo click-day è fissato alle ore 8 del 2 febbraio 2011.
 

Esso riguarda 30000 ingressi solo per lavori domestici che riguardano cittadini non appartenenti a Paesi riservatari di quote appena indicati.


Il terzo click-day è fissato per le ore 8 del 3 febbraio 2011. Esso riguarda:
 

a) 4000 ingressi in favore di lavoratori che hanno partecipato a programmi di formazione nei Paesi di origine;
b) 500 ingressi per discendenti di cittadini italiani in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile inseriti negli elenchi dei consolati.
Ci sono, poi, 11500 conversioni di permessi, così distribuiti:
a) 3000 permessi per studio in permessi per lavoro subordinato;
b) 3000 permessi per tirocinio e/o formazione in permessi per lavoro subordinato;
c) 4000 permessi per lavoro stagionale in permessi per lavoro subordinato;
d) 1000 permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altri Paesi UE in permessi per lavoro subordinato;
e) 500 permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altri Paesi UE in permessi di lavoro autonomo.