Coppie di fatto. Facciamoci sentire.

0
131

Spieghiamolo ai nostri parlamentari.

Un rappresentante del popolo dovrebbe agire nell’interesse dello stesso, non per convenienza elettorale.

In particolare i leader, quelli che decidono la linea politica di gruppo, che assumono sempre posizioni pretestuose, esattamente opposte, a seconda che siano al governo o contro.

I diritti delle coppie di fatto appartengono alla loro esistenza, non al consenso elettorale dei partiti.

Il concetto di famiglia, a partire da Adamo ed Eva, la prima coppia di fatto, si è sempre  basato sulla convivenza affettiva tra l’uomo e la donna, creati per procreare.

Perciò, il Parlamento deve estendere il diritto di famiglia alle unioni di fatto secondo natura; poi, non come modello, ma per parificazione sociale, vanno riconosciuti  i diritti civili alle coppie formate da persone dello stesso sesso.

Le adozioni, però, lasciamole alla famiglia naturale ed esemplare, quale alveo di maggiore protezione al normale formarsi della persona umana.