Enti Bilaterali. Pagamento obbligatorio? Il Ministero del Lavoro “non chiarisce”

0
273

Min.Lavoro: versamento contributi agli Enti Bilaterali

 

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha emanato la circolare n. 43 del 15 dicembre 2010, fornisce alcuni chiarimenti in merito alla questione della obbligatorietà del versamento contributivo agli enti bilaterali.

Il Ministero, chiarisce solo in parte la problematica perché riconosce la libertà di scelta dell’Impresa, che può anche non aderire all’Ente Bilaterale e corrispondere direttamente al lavoratore l’importo equivalente, ma evita di dare qualsiasi indirizzo sulla  facoltà di scelta  del lavoratore-

Infatti, il lavoratore può chiedere la corresponsione diretta della quota che non vuole versare all’Ente Bilaterale? Peggio, può chiedere di non versare la quota a proprio carico quando il contributo da versare è trattenuto in busta paga perché il contratto collettivo stabilisce il prelievo coattivo?

Come al solito,  la pronuncia del Ministero è parziale e sbilanciata, tesa più a non turbare  i rapporti tra padronato e utilizzzatori sindacali, che a svolgere la funzione di equilibrio tra gli interessi sociali. 

Il prelievo forzoso in busta paga è comunque un abuso ed i legali della FlaicaLazio hanno già presentato ricorso alla Magistratura del Lavoro. Si è fiduciosi sull’esito. Sarebbe anche la conferma che la vitalità della giustizia esiste ancora.

 La Circolare Ministeriale n. 43 del 15 dicembre 2010