Patronato. Anche il “Collaboratore” ha un ruolo.

Consiglio di Stato: Il Collaboratore volontario può accedere alle banche dati.

Con sentenza n. 2798, depositata il 23 giugno 2016, il Consiglio di Stato, decidendo su un ricorso relativamente al divieto di accesso alle banche previdenziali dei collaboratori volontari dei patronati così come affermato nel “Vademecum per lo svolgimento dell’attività di vigilanza sugli istituti di patronato e di assistenza sociale” del 7 agosto 2015, ha stabilito che “negare ai collaboratori volontari l’accesso alle banche dati degli Enti previdenziali, vorrebbe dire, in concreto, impedire ai collaboratori medesimi di espletare gran parte dei compiti loro attribuiti” dall’art. 6 della legge n. 152/2001. Continua a leggere

INPS – Comunicazioni dei dati reddituali per le prestazioni legate al reddito. Cambia l’anno di riferimento.

La legge 30 luglio 2010, n. 122, recante “Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica”, ha introdotto alcune modifiche in materia di comunicazione dei dati reddituali per le prestazioni collegate al reddito. Con il messaggio n. 21172 del 12 agosto 2010 l’Inps fornisce le prime istruzioni per la trasmissione dei dati da parte dei titolari di tali prestazioni.

Messaggio numero 21172 del 12-08-2010

INPS: la legislazione applicabile ai lavoratori nell’Unione europea, nello Spazio economico europeo

L’INPS, con la circolare n. 105 del 3 agosto 2010, trasmette la  Guida pratica pubblicata dalla Commissione europea che ha l’obiettivo di fornire, in particolare alle istituzioni, ai datori di lavoro e ai lavoratori migranti, uno strumento ulteriore che aiuti a stabilire la legislazione da applicare in presenza di attività svolte in più Stati membri.

Circolare numero 105 del 03-08-2010 - Allegato n 1 – GUIDA

Circolare numero 82 del 01-07-2010    Circolare numero 83 del 01-07-2010

Circolare numero 99 del 21-07-2010

Pensionati. La dichiarazione dei redditi 2010 sostituisce il RED

Modificati gli adempimenti fiscali relativi al 2009

 A tutti i pensionati è stato inviato il “modello red” per la necessaria verifica della situazione reddituale, ma dovranno riconsegnare il modello soltanto coloro che non abbiano redditi dichiarati al Fisco, in quanto le dichiarazioni rese all’Agenzia delle entrate saranno automaticamente acquisite dall’Inps in via telematica.

Modalità semplificate di dichiarazione sono previste nel caso in cui la situazione reddituale del 2009 del soggetto non sia variata rispetto all’anno precedente.

I pensionati in possesso del PIN potranno rendere la dichiarazione collegandosi via internet allo sportello virtuale “Servizi al cittadino” di www.inps.it.

Si potrà consegnare la dichiarazione reddituale sia presso le sedi dell’Inps sia presso i Caf e gli altri soggetti abilitati-

Messaggio numero 8594 del 26-03-2010