Garanzia giovani: il progetto, come funziona, a chi è diretto.

GIOVANIIl programma Garanzia Giovani è il Piano Europeo per combattere la disoccupazione giovanile. La misura è rivolta a sostegno di tutti quei giovani cosiddetti Neet (Not in Education, Employment or Training), coloro cioè che non sono impegnati in un’attività lavorativa, ne inseriti in un percorso scolastico o formativo.

Garanzia giovani ha come obiettivo la riduzione della disoccupazione giovanile.Per perseguire questo obiettivo i Paesi appartenenti alla Comunità Europea, con tassi di disoccupazione superiori al 25%, hanno a disposizione dei finanziamenti da investire in politiche attive di:

  • orientamento,
  • istruzione e formazione,
  • inserimento al lavoro.

L’Italia rientra tra questi Paesi e dovrà quindi garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale.

A chi è rivolto il programma e come iscriversi?

Come abbiamo detto, possono iscriversi al progetto tutti i ragazzi che non sono impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo.

Bisogna essere in possesso di precisi requisiti:

  • età è tra i 15 e i 29 anni,
  • residenti in Italia,
  • cittadini comunitari o stranieri extra UE, con regolare permesso di soggiorno,
  • non impegnati in un’attività lavorativa né inseriti in un corso scolastico o formativo.

Per poter accedere, tutti i requisiti dovranno essere posseduti al momento dell’iscrizione al programma Garanzia Giovani e dovranno essere mantenuti per tutta la durata dell’Iscrizione.

Coloro che hanno quasi compiuto il 30° anno di età, è comunque possibile effettuare l’iscrizione al programma ma l’importante è che avvenga prima del compimento del trentesimo compleanno.

Per procedere all’iscrizione, sul sito web dedicato bisognerà compilare il modulo online inserendo tutte le informazioni richieste.

Se è necessario avere assistenza nell’iscrizione è possibile eventualmente rivolgersi direttamente al centro dell’impiego della propria città e richiedere l’iscrizione al programma.

Tramite email verranno fornite le credenziali d’accesso al portale cliclavoro. Attraverso la propria area personale, sarà poi possibile inserire tutte le competenze e scegliere le regioni di interesse.

Entro 60 giorni dalla propria registrazione un referente regionale fisserà un colloquio conoscitivo presso il centro dell’Impiego della regione scelta. Entro quattro mesi dallo svolgimento del colloquio conoscitivo, si dovrebbero ricevere delle offerte lavorative in linea con le proprie competenze.

Incentivi per le aziende

Le aziende che decidono di assumere un dipendente iscritto al programma Garanzia giovani usufruiscono del bonus. Un contributo economico annuale versato direttamente dall’INPS.

bonus occupazionali sono previsti per le nuove assunzioni e incentivi specifici per l’attivazione di tirocini e contratti di apprendistato o la trasformazione di un tirocinio in contratto di lavoro.

Per averne accesso le aziende devono rispondere ad avvisi pubblici e bandi regionali, nei quali sono indicate le modalità di partecipazione e i prerequisiti per beneficiare delle agevolazioni.

Grazie all’iniziativa Jobs for Youth, promossa dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI), le imprese possono anche accedere a servizi quali prestiti agevolati se:

  • assumono un giovane,
  • offrono programmi di formazione professionale ai giovani,
  • hanno stipulato un accordo di cooperazione con istituti scolastici e università,
  • presentano un assetto societario in cui la maggioranza del capitale è detenuto da giovani sotto i 29 anni.

Gli incentivi variano a seconda della classe di profilazione. Si suddividono in: bassa, media, alta, molto alta.

A seconda della classe di profilazione, l’Inps dà diversi benefici: 

  • assunzione a tempo determinato o in somministrazione, viene riconosciuto un bonus da 1.500 a 4.000 euro, in base alla durata del contratto e alle differenze territoriali;
  • tempo indeterminato: il datore di lavoro ha riconosciuto un bonus da 1.500 a 6.000 euro, in base al grado di occupabilità del giovane;
  • per il tirocinio è prevista un’indennità erogata dalla regione direttamente al giovane o rimborsata all’azienda;
  • auto imprenditorialità o auto impiego prevede incentivi per la creazione d’impresa erogati sotto forma di micro credito
  • apprendistato per la qualifica e il diploma professionale di I livello, incentivo per l’attivazione del contratto compreso tra i 2.000 e i 3.000 euro, sulla base dell’età. Si accede tramite avviso pubblico regionale.
  • apprendistato per l’Alta formazione e la Ricerca di III livello: incentivo per l’attivazione del contratto fino a 6.000 euro. Si accede tramite avviso pubblico regionale.

Quali sono i requisiti richiesti?

Per poter usufruire di tutti questi incentivi, l’impresa dovrà assumere un dipendete con una delle seguenti modalità:

  • Contratto a tempo determinato o in somministrazione per 6-12 mesi oppure superiore a 12 mesi;
  • Contratto a tempo indeterminato;
  • Apprendistato professionalizzante;

Per beneficiare dei prestiti messi a disposizione le PMI devono avere fino a 250 dipendenti.

Inoltre, le imprese devono rispondere ad almeno uno dei seguenti requisiti:

  • aver assunto almeno 1 lavoratore di età compresa fra i 15 ed i 29 anni nei sei mesi precedenti la domanda di prestito o lo assumeranno nei sei mesi successivi,
  • offrire programmi di formazione professionale o stage per i giovani,
  • stipulare un accordo di cooperazione con un istituto tecnico o scuola o università per impiegare giovani,
  • avere un assetto proprietario in cui la maggioranza del capitale (oltre il 50%) è detenuto da giovani sotto i 29 anni.

Quali sono le misure previste dalla Garanzia?

Vediamo nel dettaglio che tipo di misure mette in atto il programma Garanzia giovani: 

  • Accoglienza presso lo sportello della propria regione, dove l’operatore fornirà tutte le informazioni sui servizi e aiuterà nella registrazione al programma;
  • Orientamento presso il servizio competente assegnato dalla Regione, con un colloquio individuale con un operatore, in grado di capire le esigenze, bisogni e necessità. Al termine del colloquio, individuerà un percorso di inserimento personalizzato coerente con le caratteristiche personali, formative e professionali;
  • Formazione come strumento fondamentale per acquisire maggiori conoscenze e competenze spendibili nel mercato del lavoro;
    • Accompagnamento al lavoro, offerto da operatori qualificati dei soggetti accreditati/autorizzati ai servizi al lavoro che operano in ambito regionale, si occupa di progettare e attivare strumenti di inserimento lavorativo;
  • Apprendistato, finalizzato all’occupazione dei giovani e al primo inserimento lavorativo. La sua caratteristica principale è il contenuto formativo: l’azienda è obbligata a trasmettere le competenze pratiche e le conoscenze tecnico-professionali attraverso un’attività formativa che va ad aggiungersi alle competenze acquisite in ambito scolastico/universitario/di ricerca;
  • Tirocinio, permette di fare una vera esperienza formativa in azienda, esistono tirocini extracurriculari e tirocini in mobilità geografica nazionale e transnazionale per favorire un’esperienza formativa e professionale fuori regione o all’estero;
  • Servizio civile che permette di fare un’esperienza formativa di crescita civica e di partecipazione sociale, operando concretamente all’interno di progetti di solidarietà, cooperazione e assistenza;
  • Sostegno all’auto imprenditorialità per i giovani indirizzati verso l’auto impiego e l’auto imprenditorialità; 
  • Mobilità professionale all’interno del territorio nazionale o in Paesi UE, il programma incoraggia la mobilità dei giovani lavoratori in Italia e negli altri paesi dell’Unione Europea attraverso un voucher
  • Bonus occupazionale per le imprese, per promuovere l’inserimento occupazionale dei giovani, la Garanzia Giovani prevede delle agevolazioni per le imprese che assumono;
  • Formazione a distanza, Garanzia Giovani offre la possibilità di seguire percorsi di formazione online.

Yes IStart Up

L’Ente Nazionale Microcredito in accordo con Anpal (Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro), ha avviato il programma Yes I Start Up, questo con l’obiettivo di aiutare i giovani che non studiano e non lavorano a sviluppare una loro idea di business partendo da zero: il progetto si rivolge sempre ai giovani Neet tra i 18 e i 29 anni.

Il fine è quello di permettere al giovane di strutturare la propria idea di impresa formalizzandola in un business plan, anche al fine della successiva presentazione della domanda di finanziamento sul portale Invitalia.

Il Progetto prevede che i percorsi avviati si concludano entro 45 giorni solari, dalla data di inizio delle attività.

Nel dettaglio, il percorso è articolato in due sezioni:

  1. moduli di formazione di base della durata complessiva di 60 ore, da erogarsi in aula o per piccoli gruppi; alla formazione in aula potranno essere abbinate interazioni a distanza con allievi aventi la possibilità di interagire in live streaming con i docenti;
  2. un modulo di accompagnamento e di assistenza tecnico-specialistica personalizzato erogato in forma individuale o per piccoli gruppi della durata di 20 ore.

L’ANPAL riconoscerà all’ENM il rimborso per le attività di formazione ed accompagnamento previste dal progetto, per una durata complessiva di 80 ore.

 

un percorso scolastico o formativo.