Gita di fine estate.

PaestumBaia PaestumPAESTUM-PALINURO

Sabato  15   Settembre 2018

- Partenza da Latina ore 06,15;

-Ore 8.15, prima sosta Casello autostrada Caserta

–Ore 8,45 partenza da autogril per Scavi archeolog. Paestum

–Ore 10,45 arrivo a Paestum. Incontro con la guida e visita al complesso archeologico;

-Ore 13, partenza per Palinuro con arrivo ore 14,00 circa;

-Ore 14,00: pranzo presso ristorante “Core a Core”;

-Ore 16,00: Escursione in motobarca con visita delle grotte; durata 90 minuti;

-Ore 18,00: rientro a Latina con arrivo previsto intorno alle ore 23,00.

Costo della gita E. 75,00 cadauno.

Modalità: E. 30,00 alla prenotazione entro il 31  agosto.  Il saldo alla partenza.

Il costo prevede:Viaggio in bus GT,ingresso al parco archeologico di Paestum,guida locale, pranzo in ristorante a Palinuro, gita in motobarca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prima metà della giornata di sabato 15 settembre p.v. sarà dedicata alla visita del complesso archeologico di Paestum, dove una guida locale ci illustrerà la storia e la cultura di questo famoso sito.

Il tempio di HERA, detto “Basilica” è il più antico dei tre grandi edifici ed appartiene alla prima generazione dei grandi templi in pietra, iniziato intorno al 560 a.C.

Ma, i Templi di Nettuno e di Atena non sono meno belli e ricchi di storia del primo.

Entro le 12,45, si parte  per raggiungere una delle mete più belle e caratteristiche del Cilento:  di Palinuro e del suo “Capo”.

Palinuro è un piccolo centro in provincia di Salerno, a circa 70 chilometri da Paestum. Alle e ore 14,00, si va a pranzo  in un famoso locale del posto.

Alle  ore 16,00 dovremo dal  molo un barcaiolo esperto ci farà fare una escursione in mare di circa 90 minuti.

La costa cilentana è davvero bella e merita di essere ammirata, via mare, in tutta la sua bellezza. Le sue grotte naturali sono un esempio di cosa può provocare la corrosione del mare, nei secoli. La grotta delle “Ossa”, la grotta del “Sangue e la grotta “D’argento” sono fra le più famose. Ma, la grotta “Azzurra, da non confondersi con la omonima di Capri, è quella, sicuramente, più caratteristica, e sarà ammirata in tutta la sua bellezza.

M E N U’-RISTORANTE “CORE A CORE”-Località “IL FARO”

 

-Antipasto:              Soutè di vongole e cozze;

-Primo Piatto:         Scialatielli ai frutti di mare;

-Secondo piatto:    Frittura di paranza;

‘-Contorno:             Insalata

‘-Acqua, vino, dessert.