Roma. Fumata grigia nel cambio appalto al S. Giovanni.

Né accordo, né disaccordo con la C.I.R. nel cambio di appalto della mensa presso l’Ospedale S. Giovanni di Roma. Nella riunione del 29 ottobre presso la Direzione Territoriale del Lavoro D.T.L.  le parti sono rimaste ferme sulle rispettive posizioni. L’azienda, ritiene di poter assumere con orari ridotti i lavoratori in forza alla ditta uscente (Innova);  le O.S., invece, chiedono il rispetto della clausola sociale prevista dal contratto nazionale del Turismo e rifiutano la logica che ad ogni cambio di appalto corrisponda un taglio di  personale IL VERBALE DI INCONTRO