Mense aziendali e licenziamenti collettivi.

Anche se la mensa chiude il licenziamento non può essere automatico. Bisogna applicare i criteri della legge e soprattutto lo spirito che la anima, cioè prima di tutto la ricerca di ogni soluzione possibile. Lo ha ribadito  il Tribunale di Roma che ha condannato la COMPASS GROUP ITALIA Spa a reintegrare le lavoratrici assistite dalla FlaicaLazio.

LA SENTENZA

Cooperatine di lavaggio nelle mense. Appalto non genuino

cucinaE’ quanto ha stabilito  il Tribunale di Latina con la sentenza n. 2120 del 29 ottobre 2013 con la quale condanna la Compass  Group Spa, già Onama Spa, al reintegro in servizio ed al risarcimento del danno ad una lavoratrice occupata nelle operazioni di lavaggio nella mensa Jannsen Cilag di Latina.

La causa, patrocinata dall’avvocato, Monica PERSICO, è la prima dello stesso tipo di numerose altre che giunge a sentenza. Essa è molto importante perché stabilisce il principio che se un appalto non è genuino i lavoratori sono a tutti gli effetti dipendenti del Committente.

Si tratta di reprimere un fenomeno, quello del lavoro in appalto dato alle Cooperative di comodo, che costituisce il principale mezzo di sfruttamento della manodopera e di  evasione previdenziale e fiscale.

Sentenza n. 2120 del 29.10.2013