Bracciano Ambiente. Incontro al Comune.

Finalmente l’Amministrazione comunale si muove. Dopo mesi di pressioni, l’adozione della procedura di licenziamento da parte della curatela fallimentare, la prossima scadenza dell’affidamento, il Sindaco interviene e garantisce i livelli occupazionali oltre al  ripristino dell’orario di lavoro ridotto per fronteggiare la crisi. IL VERBALE DELL’ INCONTRO

Bracciano Ambiente. Contratto di Prossimità.

bracciano-ambienteI lavoratori pagano il fallimento della Bracciano Ambiente e l’irresponsabilità della burocrazia. I 15 addetti alla discarica di Cupinoro sono diventati esuberi perché  il Comune e la Regione   si palleggiano la competenza e si rinfacciano la responsabilità. Intanto la discarica è priva di vigilanza e manutenzione,  nonostante il  potenziale pericolo per la popolazione, Continua a leggere

Bracciano notizie.

Da “Terzo Binario”

Bracciano, riprende la raccolta differenziata

Lo stop dei giorni scorsi per la protesta aveva creato cumuli di rifiuti sul territorio

7 marzo 2017 – 17:00 
Dal pomeriggio di oggi è ripresa la raccolta differenziata a Bracciano dopo lo stop di questi giorni a causa dello stato di agitazione dei dipendenti della Bracciano Ambiente preoccupati per il loro futuro.

Stamattina si è tenuto un incontro del liquidatore BA Giampiero Sirleo, rappresentanze sindacali ed il sindaco Tondinelli per discutere sul futuro del servizio e sopratutto dei lavoratori della società.

Dall’incontro è almeno emerso che riprenderà da domani il regolare servizio e già dal pomeriggio di oggi delle squadre sono al lavoro per risolvere delle criticità che si sono create sul territorio a seguito dello stop.   IL COMUNICATO

7 marzo 2017

Bracciano Ambiente. Firmato il contratto di prossimità.

bracciano-ambienteNon c’era alternativa per evitare l’estrema unzione ad un’azienda pubblica massacrata da anni di  politica autoritaria e dissennata, fatta di sprechi e privilegi di una casta politica già punita dai cittadini e  prossimi alla resa dei conti con la giustizia penale ed amministrativa.

La condizione posta dal Tribunale di Civitavecchia per evitare il fallimento ed i licenziamenti era unica: riportare l’orologio all’indietro e ripartire dai minimi. L’abbiamo fatto, coscienti che l’interesse  generale sia più tutelato da una gestione pubblica efficiente dei servizi piuttosto che da quella speculatrice dei privati.   IL CONTRATTO

 

 

Bracciano Ambiente. Accordo di necessità.

Un accordo sofferto, quello del 5 maggio. C’era da scegliere tra lo sfascio ed il recupero di una società partecipata  semidistrutta da anni di pessima gestione, aggravata dalla chiusura di Cupinoro.  L’auspicio dell’accordo è il rilancio della società. Per questo c’è l’impegno ed il sacrificio dei lavoratori. Sarà coerente anche la politica?   IL VERBALE DELL’ACCORDO