Precari e “dignità”.

Durata massima dei contratti a tempo determinato, un’analisi per comprendere tutti i Bocca_della_veritàcambiamenti che comporta il passaggio al nuovo “DL Dignità”

Riportiamo l’articolo del dott. Eufranio MASSI, ex dirigente del Ministero del Lavoro,  profondo conoscitore di diritto del lavoro, al di sopra di ogni sospetto di parzialità politica.

Il D.L. n. 87/2018, modificando il comma 2 dell’art. 19 del D.L. vo n. 81/2015, ha stabilito, in via generale, che i contratti a tempo determinato, riferiti a mansioni dello stesso livello della categoria legale di inquadramento, non possano superare, in sommatoria, tra contratto a termine, rinnovi, proroghe e rapporti in somministrazione, la soglia massima dei 24 mesi. Tale modifica è intervenuta sostituendo, semplicemente, la parola “trentasei” con la parola “ventiquattro”. Continua a leggere

Part-time e consenso.

Cassazione: da tempo pieno a part-time – necessità dell’accordo scritto

Con sentenza n. 1375/2018, la Corte di Cassazione, intervenendo su una questione relativa ad un rapporto di lavoro sviluppatosi nel tempo in periodi di tempo parziale e di full-time, ha affermato che, mentre il rapporto a tempo pieno è desumibile dal comportamento tenuto dalle parti in costanza di svolgimento  dello stesso, quello a tempo parziale, in diminuzione rispetto al normale regime contrattuale, deve necessariamente risultare da atto scritto, essendo vietata al datore di lavoro la modifica unilaterale del regime relativo all’orario di lavoro.

Lavoratori agricoli. No alla Naspi.

lavoratrici-agricole

L’INPS ha emanato il messaggio n. 3180 del 1° agosto 2017, spiegando  i motivi per i quali nega l’indennità di disoccupazione agli operai agricoli a tempo indeterminato. L’Istituto, nonostante la contrastante giurisprudenza, sente il bisogno di risparmiare, naturalmente sempre sui più poveri. Come al solito…

Contratti pirata. Il Ministero mette il freno.

Applicazione Ccnl nell’ambito degli appalti pubblici

La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha emanato la nota n. 14775 del 26 luglio 2016,  con la quale richiama l’attezione degli organi di vigilanza sulla necessità di procedere alla verifica dei rispetto dei contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative anche in relazione al personale impiego nell’ambito di appalti pubblici. Continua a leggere

Contratti a termine. Nella scuola pubblica la legge non è uguale per tutti.

E’ quanto si ricava dalle considerazione del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione che ha emanato la circolare n. 3 del 2 settembre 2015pdf_icon, con la quale ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla disciplina applicabile ai rapporti di lavoro a tempo determinato del personale delle scuole comunali, con particolare riferimento ai limiti di durata.

Contratti di lavoro. Nuova disciplina. Pubblicato il decreto.

Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 34 della Gazzetta Ufficiale n. 144 del 24 giugno 2015, il Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 81pdf_icon con la disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, in attuazione dell’articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183.

Il Decreto entra in vigore dal 25 giugno 2015.

BNL. Ricatto ai lavoratori degli archivi di Pratica di Mare

BNL Gruppo BNP PARIBAS  Lunedì 1 giungo 2015, davanti alla sede della Banca Nazionale del Lavoro di Pratica di Mare, in via Campo Ascolano, i 57 dipendenti espulsi dal lavoro manifesteranno in segno di  protesta contro l’azione ricattatoria della banca, che condiziona  la continuità di lavoro al ritiro dei ricorsi giudiziali su riconoscimento del diritto alla titolarità di rapporto con la Banca stessa. Continua a leggere

Contratti a termine per i giovani ex D.L. 76/2013 – un Flop annunciato

rticolo di approfondimento di Eufranio Massi per Generazione Vincente

Generazione Vincente

leggi tutto l’articolo

In questi giorni i media, (in prima pagina e con notizie lanciate nei telegiornali) ci hanno fatto sapere che, ad un anno dall’entrata in vigore, l’art. 1 del D.L. n. 76/2013, convertito della legge n. 99/2013, il quale prevede, fino al prossimo 30 Continua a leggere