Visite fiscali dipendenti pubblici. Nuovo regolamento

malattiaEntra in vigore il 13 gennaio 2018 il regolamento per le visite fiscali dei pubblici dipendenti

Il Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, il  Decreto Funzione Pubblica 17 ottobre 2017 n. 206, contenente il Regolamento recante modalità per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia, nonché per l’individuazione delle fasce orarie di reperibilità, ai sensi dell’articolo 55-septies, comma 5-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Continua a leggere

Contratti a termine. Nella scuola pubblica la legge non è uguale per tutti.

E’ quanto si ricava dalle considerazione del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione che ha emanato la circolare n. 3 del 2 settembre 2015pdf_icon, con la quale ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla disciplina applicabile ai rapporti di lavoro a tempo determinato del personale delle scuole comunali, con particolare riferimento ai limiti di durata.

BUONA SCUOLA, AL VIA LE ASSUNZIONI.

Procedure di assunzione del personale docente in attuazione dell’articolo 1 comma 95 della legge “Buona Scuola”

Al via, dal 28 luglio 2015, la procedura nazionale finalizzata all’assegnazione di 66.107 cattedre e riservata agli iscritti alle graduatorie a esaurimento nonchè ai vincitori ed agli idonei del concorso “Profumo” 2012. Le domande di partecipazione potranno essere presentate via web, esclusivamente attraverso la sezione Polis – “Presentazione Online delle Istanze” (www.istruzione.it). scarica Il bando completo 

 

Lavorare fino a 70 anni è possibile. Così i giovani riposano.

Lavorare fino a settant’anni – disciplina, tutele ed effetti sul mercato del lavoro

GIOVANIarticolo di approfondimento di Marianna Russo (pubblicato sulla rivista Lavoro e Previdenza Oggi)

 “L’art. 24, comma 4, del c.d. Decreto Salva-Italia, D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214, incentiva il Continua a leggere

Contratti a termine. Massimo tre anni nelle supplenze.

 illegittima la reiterazione dei contratti a termine oltre i 36 mesi

corte_giustizia_ueLa Corte di Giustizia Europea, con sentenza C-22/2013pdf_icon del 26 novembre 2014, ha dichiarato contraria al diritto dell’Unione Europea la normativa italiana sui contratti di lavoro a tempo determinato nella parte in cui prevede la reiterazione, da parte della Pubblica amministrazione, dei contratti a termine oltre i 36 mesi (art. 10, comma 4bis, del Decreto Legislativo n. 368/2001). Continua a leggere

Dipendenti pubblici, assenze per visite mediche.

Funzione Pubblica: la disciplina delle assenze per visite mediche

Il Dipartimento della Funzione Pubblica, con circolare n. 2 del 4 febbraio 2014, detta alcune disposizioni operative ai datori di lavoro pubblici finalizzati all’interpretazione da fornire all’art. 55 – seppie, comma 5 ter, del D.L.vo n. 165/2001, come modificato dal D.L. n. 101/2013 poi convertito, con modificazioni, nella legge n. 125/2013. Continua a leggere

DISABILI. La Pubblica Amministrazione deve adempiere.

ragazzi-disabiliL’art. 7, comma 6, del Decreto Legge n. 101/2013 fa obbligo a tutte le Pubbliche Amministrazioni (art. 1, comma 2, del D.L.vo n. 165/2001) di rideterminare il numero delle assunzioni obbligatorie delle categorie protette sulla base delle quote e dei criteri individuati dalla normativa vigente

(“in primis”, la legge n. 68/1999), tenendo conto, se necessario, della dotazione organica come rideterminata a seguito dei recenti provvedimenti. Effettuata questa ricognizione, ogni Amministrazione sarà tenuta ad assumere un numero di lavoratori pari alla differenza tra il numero come rideterminato e quello alo stato esistente. La disposizione appena citata deroga, espressamente, il “blocco delle assunzioni”, pur se l’Amministrazione interessata si trovi in situazione di “soprannumerarietà”.

Alla Funzione Pubblica spetterà l’onere di monitorare gli adempimenti dell’obbligo.

PP.AA. le novità del governo

il Decreto Legge sulla razionalizzazione nella P.A. – novità per il contratto a termine

 E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 204 del 31 agosto 2013, il Decreto Legge 31 agosto 2013, n. 101 contenente misure sulla P.A.

Tra i molti punti affrontati si sottolinea quello con il quale (art. 4) è stato limitato l’uso del contratto a termine nella P.A. Esso deve rispondere ad esigenze eccezionali e temporanee, contenere le causali ex D.L.vo n. 368/2001, con esclusione del contratto “acausale”, non può essere trasformato a tempo indeterminato.

I contratti posti in essere in violazione di tali norme sono nulli e determinano responsabilità erariale. Al dirigente responsabile non verrà erogato il premio di risultato.

    il Decreto Legge n. 101/2013

Pubblica Amministrazione e personale in esubero.

 Pensionamento per lavoratori in esubero entro il 31 dicembre 2014

 Il Dipartimento della Funzione Pubblica, con la circolare n. 3 del 29 luglio 2013, ha fissato una serie di regole attuative per il pensionamento del personale in esubero presso le P.A. sulla base della previsione dell’art. 2 del D.L. n. 95/2012. Chi non rientra nella mobilità o nel part-time è ammesso al pensionamento con le regole “pre Fornero”: ciò comporta che le amministrazioni “con personale eccedentario” dovranno dare il preavviso di sei mesi (art. 72, comma 11, legge n. 133/2008) nel rispetto delle c.d. “finestre mobili”.

 

  la circolare n. 3 del 29 luglio 2013